Prima noyb "Lettura d'Avvento" da Facebook/DPC Documenti

Nov 28, 2021

la prima "Lettura d'Avvento" dinoyb dai documenti di Facebook e del DPC!

Oggi siamo lieti di pubblicare la nostra prima (ancora molto improvvisata) lettura d'avvento da documenti di Facebook e del DPC. Questo progetto è in protesta contro la rimozione del DPC da una procedura per presunte violazioni della riservatezza. Per dimostrare che siamo legalmente in grado di andare molto oltre la semplice pubblicazione di una (problematica) bozza di decisione, conduciamo una "lettura" su tutte e quattro le domeniche d'avvento da nuovi documenti che siamo assolutamente autorizzati a condividere

Strategia dietro la presunta riservatezza. Nel complesso, l'obiettivo delle nostre "letture dell'avvento" è quello di chiarire lo status dei documenti nelle procedure del GDPR e porre fine ad anni di minacce e scorrettezze procedurali da parte di Facebook e del DPC contro gli utenti normali, ma anche contro altre DPA. Entrambe le entità hanno sviluppato una strategia per sopprimere le informazioni che non sono favorevole a loro al fine di plasmare la percezione pubblica, ma anche ottenere un vantaggio procedurale. Mentre Facebook sembra cercare principalmente di ritardare e complicare le procedure, la DPC sta usando queste strategie sempre più a livello europeo nelle procedure di cooperazione per minare la funzione di "cane da guardia" delle altre DPA. Dopo anni in cui non abbiamo voluto iniziare (l'ennesimo) dibattito su queste questioni procedurali, abbiamo deciso che abbiamo raggiunto un punto in cui queste questioni devono essere decise, dato che il DPC ci ha illegalmente rimosso da una procedura.

La "posta dei fan" legale. La nostra prima lettura dell'avvento presenta "fan mail" da Philip Lee Solicitors, Mason Hayes and Curren e "FBIRLSP" - fondamentalmente tutti che minacciano azioni legali contro noyb, anche prima della pubblicazione. Li ringraziamo per la loro partecipazione e il loro supporto e offriamo anche un prezzo per altre fan mail di questo tipo alla fine del video.

I documenti di oggi. I primi documenti fanno parte delle nostre 101 denunce sui trasferimenti di dati UE-USA e una "introduzione" alla questione del ritardo delle procedure con dibattiti sulla giurisdizione e riservatezza. La prima tornata consiste nei seguenti PDF:

Il DSB ci ha a sua volta fornito tutti i documenti e quindi ha respinto la pretesa di riservatezza di Facebook.

Questi documenti non solo mostrano come Facebook abbia iniziato inutili dibattiti con la DPA austriaca sulla riservatezza dei documenti, ma anche come la DSB austriaca abbia dovuto ricordare a Facebook che "la lingua per le procedure ufficiali in Austria è il tedesco". Allo stesso tempo Facebook ha fatto finta di niente e ha preteso che il DSB austriaco non "capisse" che avrebbe dovuto scrivere a Facebook Ireland Limited invece che a Facebook Inc. negli Stati Uniti. Il DSB austriaco è dovuto arrivare a sottolineare che ha chiesto esplicitamente a Facebook USA di rispondere. Tutto questo mostra una tattica più ampia per ritardare e oscurare le procedure. I documenti mostrano come Facebook è stata in grado di ritardare una risposta per circa tre mesi solo discutendo l'entità giusta e l'accesso ai documenti.

La DPA austriaca ci ha fornito tutti i documenti rilevanti (e molto di più dei download di cui sopra). Hanno deciso che questi documenti non sono protetti dalla disposizione pertinente (§ 17 Abs 3 AVG) e hanno resistito alla pressione di Facebook. La richiesta di "riservatezza" di Facebook è stata completamente respinta.